“Lo stupefacente segreto di rigenerazione cellulare del popolo più longevo al mondo”

Vivono anche 150 anni e sono praticamente IMMUNI a tutte le nostre patologie degenerative più gravi

E’ vero.

Esiste un popolo chiamato Hunza o Hunzakut, che vive al confine nord del Pakistan all’interno di una valle sulla catena Himalayana e si narra che riescano a vivere addirittura fino a 150 anni!

Sono stati scritti libri e numerosi articoli su di loro.

Tra i maggiori studiosi di questo popolo leggendario, troviamo il medico militare britannico Robert Mc Carrison, Ralph Bircher, noto per aver scritto Un popolo che ignorava la malattia e J.L. Rodale che scrisse nel 1948, The Healthy Hunzas.

Secondo questi ricercatori, gli Hunza erano immuni alle nostre patologie moderne e potevano avere addirittura figli in tarda età!

Come è possibile, ti starai chiedendo?

Il segreto della loro longevità, sembra ricondursi al lungo digiuno che soffrono nei mesi invernali dovuto alla carestia, a un'alimentazione vegetariana e alla qualità dell'acqua alcalina che si trova nelle loro terre.

Il segreto di lunga vita degli Hunza, potrebbe ricondursi per l’80% agli alimenti largamente sottovalutati da noi occidentali e che tuttavia sono alla portata di tutti.

Ti voglio parlare di questo tra poco, ma prima lascia che mi presenti:

Simone profilo


Sono Simone Lo Buono

Operatore olistico in nutrizione, collaboratore navigato, coach Sautòn certificato, ricercatore indipendente e appassionato di medicine antiche e rimedi naturali.


La domanda che potrebbe sorgerti spontanea è: sarà vero o è la solita storiella che ci viene raccontata?

In effetti, la realtà dei fatti è un po' diversa.

Una versione più realistica venne data dal geologo statunitense John Clark, che forse incuriosito dalle cronache del tempo, rimase nel 1956 con gli Hunza per venti mesi a studiarli.

Nel suo libro Lost Kingdom of the Himalayas, scrisse che in realtà essi soffrivano delle malattie tipiche della zona, quali dissenteria, malaria e tubercolosi.

Tra tutti i ricercatori John Clark fu l'unico a studiare veramente il "fenomeno Hunza", vivendo a stretto contatto con loro per quasi due anni. Come testimonia nel suo libro, il fatto che possano vivere così a lungo è molto probabilmente solo una leggenda.

L'età media più plausibile che attribuì agli abitanti più longevi è di circa 90-110 anni, che era comunque un traguardo invidiabile.

Il tentativo di speculazione da parte di alcuni presunti ricercatori del tempo è evidente.

Perché ti ho raccontato questa storia?

Semplicemente per dimostrarti quanto la nostra mente sia influenzabile e manipolabile.

Come spesso accade, la sete di denaro, di fama e di potere, prevale quasi sempre su ciò che dovrebbe essere il vero obiettivo, ossia fare ricerca e analizzare in modo concreto casi studio reali. Ma nella società di oggi, dove tutto è basato sul desiderio illusorio dei consumi, diventa sempre più difficile che si verifichi.

La gente deve essere mantenuta in una situazione di bisogno costante.

I giornali, il cinema, la radio e la televisione hanno la capacità di alienare e offuscare la mente delle persone, allontanandole spesso dalla realtà, con notizie sapientemente orchestrate, per creare nuovi paradigmi esistenziali.

Questa considerazione viene supportata dal fatto che le società, da noi erroneamente definite primitive, dal momento in cui vengono a contatto con il “mondo civilizzato”, ecco che perdono la loro identità, proprio come è successo al popolo Hunza.

Non è un caso che da quando i cibi occidentali sono entrati a far parte delle loro abitudini, le cose sono rapidamente peggiorate.

Dopo aver incominciato a consumare prodotti ipercalorici e privi di nutrienti portati da esploratori occidentali, gli Hunza hanno iniziato ad ammalarsi delle patologie tipiche della nostra società industrializzata.

A pensarci bene, è un po' quello che è successo ai nostri progenitori dall’avvento dell’agricoltura in poi. 


I VANTAGGI DI UN'ECONOMIA DI SUSSISTENZA

L'agricoltura è stato il primo vero passo evolutivo, verso uno sviluppo tecnologico che prosegue inarrestabile ancora oggi. Ma la domanda che dovresti porti è questa: che tipo di impatto ha avuto sulla nostra specie?

Secondo la storia ufficiale si tratta di un evento importante, una svolta epocale nella storia della civiltà umana, che in qualche modo ha migliorato la condizione di vita di tutti.

Peccato che studi approfonditi e ricerche antropologiche dimostrino l'esatto contrario.

Basti pensare che in natura la maggior parte degli animali vive secondo un'economia di sussistenza, ovvero il sostentamento è dato ogni giorno dallo stretto necessario, senza gravare sull'ambiente.

Era quello che gli umani arcaici e i moderni Sapiens erano soliti fare prima dell'avvento dell'agricoltura.

I nostri antenati erano cacciatori-raccoglitori e si nutrivano principalmente di carne, pesce, crostacei, cibi vegetali, bacche, radici e la poca frutta che riuscivano a trovare.

Erano perfettamente integrati con la natura e vivevano in armonia con essa, secondo i ritmi scanditi dalle stagioni.

Il tempo che dedicavano alla caccia e alla raccolta era infinitamente minore rispetto ai tempi lavorativi moderni, non più di 2-3 ore al giorno, mentre il resto della giornata era dedicato alla famiglia e alla comunità in cui vivevano.

Inoltre il cibo che riuscivano a procurarsi, veniva suddiviso in parti uguali tra i membri della comunità.

Conducevano una vita molto intensa e dispendiosa a livello energetico, che li rendeva forti e resistenti alla stregua degli atleti moderni.

Affrontavano estenuanti camminate per procacciarsi il cibo e i materiali per sistemare i loro rifugi nel migliore dei modi, ma al contempo andavano a dormire presto seguendo i ritmi circadiani.

Antropologi e ricercatori di tutto il mondo studiano da anni le popolazioni native attualmente esistenti, che ancora conducono una vita selvaggia a contatto con la natura, evidenziando il fatto che le principali cause di morte sono riconducibili a scontri con altre tribù, a cadute accidentali e aggressioni da parte di animali, eventuali infezioni virali, ma solo in rari casi di malattia.

Fu proprio con l'agricoltura, che la nostra specie iniziò a devastare l'ambiente e la vita degli animali, oltre che la propria salute.

Boschi, praterie e intere foreste sono state distrutte per dare spazio a nuove coltivazioni, che hanno portato all'impoverimento dei terreni, e all'inquinamento provocato dai pesticidi e dai diserbanti chimici.

E gli effetti sulla nostra salute? ne vogliamo parlare?

Nutrire contro natura umani e animali da allevamento con cereali e legumi, oltre a causare drammatiche patologie (confermate ormai dalla ricerca!), da sempre ha devastato il delicato equilibrio dell'ambiente.

Insomma siamo passati inspiegabilmente da un'economia di sussistenza, che era appagante e funzionale, a un'economia di produzione come le formiche, le api e le vespe, uniche specie in natura che adottano questo sistema predatorio.

Non esistono motivazioni razionali, che potessero spingere l'uomo di allora a un cambiamento così radicale e distruttivo, passando di fatto a un sistema piramidale e a beneficio di pochi. Le ragioni rimangono un mistero.


CIBO CONTAMINATO E PROBLEMI METABOLICI

A partire dal dopoguerra, le industrie hanno prodotto cibi sempre meno nutrienti e in quantità sempre maggiori, dando il via all'era del consumismo sfrenato e alla globalizzazione.

La comunicazione, l'informazione e la pubblicità, serviranno a rendere il "cibo spazzatura" appetibile e irresistibile alla massa.

Diciamo che il declino è iniziato da quando la “scienza” ha sentenziato che “i sapori di una volta”, erano incompatibili con le nuove esigenze di conservazione e di trasporto, per cui via i batteri, via la frutta un po' ammaccata come natura crea, perché si sa, l’estetica è tutto nella società odierna.

Vuoi mettere una bella mela lucida, perfetta anche se non sa di niente, con una che magari è deliziosa ma è abitata dal verme? 

Per carità!

E’ così che si sono spalancate le porte alla maturazione artificiale, ai concimi chimici e ai pesticidi.

Ergo, la stragrande maggioranza dei consumatori, non conosce l’effettiva composizione chimica dei prodotti offerti dalle grandi catene di supermercati.

Ciò che ne deriva è la diffusione di cibi trattati e contaminati da sostanze chimiche, che caratterizzano la produzione di questi alimenti indegni, sempre meno naturali e alla portata di tutti.

Gli effetti sulla salute sono evidenti.

Ci ritroviamo quindi con della frutta e della verdura dal sapore asettico e dal valore nutritivo pari a zero, che sono però
indistruttibili e non marciscono in pochi giorni. Che magra consolazione!

Spesso il consumatore medio si trova spiazzato di fronte ai banchi del supermercato e di conseguenza, tende a fare scelte dettate più dall’emozione del momento, piuttosto che da una scelta consapevole.

Il rapporto con il cibo diventa sempre più estremo e conflittuale.

Se da una parte ci sono gli amanti del cibo “spazzatura” che divorano tutto ciò che il loro istinto gli suggerisce, dall’altra ci sono i “sospettosi”, quelli che non si fidano di nulla e di nessuno.

Poi ci sono le persone che non accettano certi prodotti e si rivolgono al biologico, che però costa di più e presenta una scelta minore.

Questa è grosso modo la situazione.

Esistono patologie la cui origine alimentare appare sempre più evidente, come le allergie e le intolleranze verso alcuni cibi, che interessano una quantità sempre maggiore di bambini.

Siamo stati invasi da una varietà di cibo scadente e in quantità che non hanno precedenti nella storia umana.

Non solo mangiamo troppo, ma consumiamo alimenti che non sono affatto adatti al nostro metabolismo.

Si tratta per lo più di cibi a basso costo, a lunga conservazione, carichi di zuccheri e grassi di cattiva qualità, che hanno contribuito alla diffusione di obesità, diabete, malattie metaboliche e cardio-vascolari.


ZUCCHERO E GLUTINE OVUNQUE

Tutti sanno che lo zucchero fa male, immagino che anche tu lo sappia.

Quello che forse non sai, è che crea dipendenza esattamente come la droga.

Si, hai capito bene.

Se allo zucchero poi aggiungi anche il glutine, come nel caso di un semplice panino con la marmellata, allora diventa una combinazione esplosiva, capace di innescare nel cervello un effetto molto simile a quello degli oppiacei.

Ci sono state molte ricerche al riguardo, tra cui uno studio molto interessante condotto dalla dottoressa Christine Zioudrou e il suo gruppo di lavoro, che dimostrerebbe che i cibi a base di grano creano dipendenza.

C’è convinzione diffusa che le quantità di zucchero consumate, siano relative al dolcetto che ogni tanto ci mangiamo, alla zolletta che usiamo per dolcificare il caffè e/o il tè caldo e quant’altro.

Il problema è che lo zucchero si trova praticamente dappertutto, anche in alimenti salati per lo più insospettabili.

Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità non dovremmo superare la soglia di 12,5 grammi di zuccheri aggiunti al giorno, ma la realtà è che sforiamo enormemente questa quota e nei bambini il rischio è ancora più alto, perché li abituiamo a dei livelli di zuccheri eccessivi.

Per giunta lo zucchero è contenuto anche in moltissimi cibi salati, come l’aceto balsamico, minestre pronte, ragù, piselli in barattolo, prosciutto cotto, pollo, patatine e via dicendo.

Tutto studiato dalle Industrie alimentari per rendere ancora più appetibile quel determinato alimento.

Gran parte delle persone mangiano senza rendersene conto, zuccheri dalla mattina alla sera.

Questa situazione è la conseguenza di una politica alimentare scellerata, che negli ultimi anni, ha determinato l’esplosione di patologie prima inesistenti o molto rare.

Gli interessi economici e i profitti ottenuti dalle industrie, in seguito alla commercializzazione di prodotti di largo consumo, sono enormi.

Ti sei mai chiesto come mai sempre più persone sono affette dal problema della celiachia?
Per quale motivo sono in aumento i casi di allergia e di intolleranza alimentare?

Gli effetti documentati del grano e di un alto consumo di carboidrati sul nostro organismo sono una cosa piuttosto recente, considerando il fatto che fino a poche decadi fa, non si era mai sentito parlare granché riguardo a problemi legati al consumo di farina di grano, né meno che mai di celiachia.

Poi nel giro di pochi anni, è esploso il business dei prodotti etichettati “senza glutine”, che hanno iniziato a occupare scaffali interi dei supermercati.

Che cosa è successo? Per quale motivo il grano improvvisamente è diventato una minaccia per la nostra salute?


COME USCIRE DALLA TRAPPOLA

Beh, nel mio piccolo ho voluto dare il mio contributo di verità. 

Ovviamente non ho la risposta a tutto, ma posso comunque fornirti abbastanza spunti e informazioni utili, che possono aiutarti a cambiare il tuo approccio mentale al cibo, mettendoti nella condizione di raggiungere ottimi risultati, senza bisogno di privazioni o diete restrittive.

Ho appena creato un Documento dove condividerò con te,  conoscenze e informazioni ignorate dal 90% delle persone, che cambieranno la tua visione alimentare, ma soprattutto ti svelerò come accrescere la tua energia e svegliarti al mattino, finalmente con forza, vigore e passione.

In particolare sarai più efficace nel lavoro, avrai una maggior chiarezza mentale e raggiungerai risultati in ogni ambito della vita con più facilità.

Nell'ultimo decennio sono state fatte delle scoperte che non possono più essere ignorate e che mi auguro, possano un giorno, portare sempre più persone a sviluppare una Nuova Coscienza Alimentare. 

L'alimentazione è lo strumento più efficace che hai a disposizione per fare prevenzione e riprendere in mano la tua vita. Tutto ciò che ti serve adesso è passare all'azione.

Non si tratta solo di un semplice Documento informativo, ma di un vero e proprio viaggio che faremo insieme, affrontando tematiche importanti che volenti o nolenti, ci riguardano tutti.

Questo è ciò che in buona sostanza ho intenzione di condividere all'interno di “Nuova Coscienza Alimentare”

Ci sono diverse ragioni che lo rendono speciale.

In primis,  informazioni che riguardano la salute, basate su recenti scoperte fatte sull'alimentazione che ritengo tu debba conoscere, ma soprattutto, scoprirai quali sono i meccanismi che governano il tuo organismo e che sono responsabili molto spesso, dei fallimenti che avvengono nella tua vita.

Dentro di noi è sempre presente una "vocina" che ci porta a credere, che per raggiungere il benessere, dobbiamo scalare tutti i giorni una montagna.

In realtà la soluzione è semplice, più di quanto pensi, perché la vita stessa è semplice.

Ho cercato di arricchire questo Documento con concetti e informazioni alla portata di tutti, che difficilmente troverai a giro per il web, poiché si basano principalmente sulla mia esperienza e sul percorso che ho scelto di seguire.

Sono andato a fondo, cercando di arrivare alla vera essenza di ciò che è importante fare, per vivere una vita piena e appagante.

Ma lascia che ti spieghi perché è così importante scegliere con cura gli alimenti.

Nutrirsi correttamente significa ripulire il proprio organismo dalle tossine e facilitare la rigenerazione cellulare.

Con il tempo noterai che:

  • L'intestino funzionerà regolarmente e non avrai più problemi digestivi;
  • Inizierai a smaltire eventuali chili in eccesso;
  • La tua pelle sarà più liscia e luminosa, i tuoi capelli più lucidi;
  • Non soffrirai più di infiammazioni croniche e dolori articolari;
  • Rafforzerai il tuo sistema immunitario, quindi sarai meno soggetto a influenza, raffreddore e virus intestinali;
  • Sarai più rilassato, energico e in grado di gestire meglio lo stress;
  • Sentirai un miglioramento nella qualità del sonno e ti addormenterai più sereno;
  • Avrai una visione più ottimistica della vita e voglia di fare attività fisica;

Ad ogni modo, potrai verificarlo in prima persona!

La bella notizia è che non devi dissanguare il tuo portafoglio per avere tutto questo, infatti potrai godere del mio prezzo lancio di questi giorni per soli…

67 EURO

Ok, perché ti sto chiedendo solo 67 euro per tutto questo?

Se devo dirti la verità, potrei chiedere molto di più.

Tieni presente che avrai per le mani un corso vero e proprio, con indicazioni precise e consigli utili, che se seguirai tutti i giorni, porteranno nella tua vita enormi benefici. 

Ma c’è più di una ragione per cui ho mantenuto il prezzo alla portata di tutti.

In effetti è la prima volta che rendo disponibile questo materiale al pubblico, e quindi questo è un modo per farmi un'idea chiara di quanta domanda c’è in questa soluzione che sto proponendo. Inoltre mi permetterà anche di avere maggiori testimonianze di clienti soddisfatti, che inserirò molto presto in questa pagina...

E solo questo mi consentirà già di alzare di molto il prezzo. Infine, voglio stupirti della qualità dei miei servizi, e desidero che tu diventi mio cliente a vita!

Quale modo migliore per farlo se non offrendoti  una soluzione efficace ai tuoi problemi praticamente in regalo?

In più acquistando oggi riceverai in omaggio dei Bonus importantissimi che arricchiscono e completano il corso!

So che il modo più facile per effettuare una vendita è dare 10 volte più valore di quanto puoi ottenere altrove allo stesso prezzo.

Quindi per assicurarmi di darti almeno 10 volte il valore del prezzo che ti chiedo, ho deciso di farti accedere a questi esclusivi bonus per un periodo limitato:

Bonus #: Schema Nutrizionale

Come devo preparare questi benedetti pasti? Che intendi per nuovo stile di vita? Concretamente
cosa devo mangiare?

Troverai le risposte alle domande più comuni, e avrai a disposizione gli strumenti necessari per organizzarti in cucina nel migliore dei modi, giorno dopo giorno.

Una volta che avrai preso confidenza con il metodo, sarai perfettamente in grado di personalizzare ogni tuo pasto e diventerà tutto super facile, divertente e creativo.
E' lo stesso schema che anch'io utilizzo per organizzare la mia colazione, il pranzo e la cena, affinché tu possa prendere spunto ogni volta che vorrai.

Extra Bonus #: Guida ai cibi veri

In questa sezione, ti guido alla scoperta di alcuni cibi, che in base alla mia esperienza, possono esserti utili a ritrovare energia e forma fisica.
Avere una traccia di riferimento, una breve guida ai cibi naturali, ti serve a rimanere centrato sul tuo obiettivo, che è poi quello di mantenere un sano equilibrio tra mente e corpo.
Mangiare in modo nutriente, non solo è possibile, ma può risultare anche divertente.
Ti accorgerai che ci sono molte combinazioni che puoi adottare a seconda dei tuoi gusti.

Ecco perchè Non Rischi

Assolutamente Nulla!

Se sei come me, di certo non ti piace rischiare anche un solo euro per materiale che potrebbe essere una speculazione. Ma io non voglio che tu rischi nulla quando dirai “si” alla mia offerta oggi. Infatti ti offro una garanzia “soddisfatti o rimborsati” valida per 30 giorni, in cui hai tutto il tempo per provare, testare e verificare la validità del mio prodotto.

Se esso non ti soddisferà riavrai indietro i tuoi soldi. Semplice.

Ecco come funziona.

Se per qualche ragione (o anche senza ragione) decidi che questo prodotto non fa per te entro i prossimi 30 giorni, semplicemente spediscimi un’email all’indirizzo che trovi nella sezione "contatti" e fammelo sapere. Ti rimborserò tutto fino all’ultimo centesimo e senza farti domande.

Chiarito questo, non hai assolutamente niente da perdere!

Quindi che cosa aspetti?

Si! Dammi accesso istantaneo a Nuova Coscienza Alimentare

Voglio scaricarlo subito prima che il prezzo venga aumentato!

Capisco che scaricherò l’intero Documento "Nuova Coscienza Alimentare"

per un unico modesto investimento di soli 67 euro se agisco ora


Capisco anche che non ho assolutamente nulla da perdere,

perché sono coperto dalla tua imbattibile garanzia di 30 giorni, e se non sarò soddisfatto potrò riavere indietro tutti i miei soldi!

Prendi la tua copia per
Soli 67 euro!
Paga Ora E Ottieni Accesso immediato a
Nuova Coscienza Alimentare

Ordine su server sicuro al 100%

Garanzia 30 Giorni, Soddisfatti o Rimborsati!

Prova Nuova Coscenza Alimentare per 30 giorni, se non sarai soddisfatto è sufficiente che mi invii una mail e ti rimborserò tutto, senza chiederti alcuna spiegazione.

Copyright © 2020 LasignorainVerde.com

Tutti i Diritti sono riservati. Questo sito non fa parte del sito Facebook o Facebook Inc. 

Inoltre, questo sito NON è approvato da Facebook in alcun modo.
FACEBOOK è un marchio registrato di FACEBOOK, Inc